Viva la creatività! Seconda parte: i gioielli

Non sono mai stata un'amante della moda. Detesto fare shopping e, soprattutto, non sono capace (chiedo pareri a chiunque, dal mio ragazzo a mia madre, dalla commessa alla signora accanto). Mi interesso poco di vestiario in generale, figuriamoci di moda sostenibile. So che ci sono diversi marchi ecologici, ma ancora non ho avuto occasione di … Continua a leggere Viva la creatività! Seconda parte: i gioielli

Imprevisti: non so gestirli, ma so accoglierli

Cosa c'entra questo con lo zero waste? Assolutamente nulla, ma ho deciso di concedermi ogni tanto qualche “strappo alla regola”, una deviazione, una piccola sosta. Perché alle volte ho bisogno di andare fuori tema. È una necessità fisiologica. Dunque, dicevo, gli imprevisti. Anzi, la capacità di gestire gli imprevisti. Quanto mi piace ripetere questa frase... … Continua a leggere Imprevisti: non so gestirli, ma so accoglierli

Manifestano per l’ambiente ma bevono dalle bottiglie di plastica. E quindi?

Si è parlato di contraddizioni. Tante contraddizioni. Si è parlato di incongruenze, contrasti, paradossi. Di poca consapevolezza. Li ho visti anche io quei ragazzi gettare a terra mozziconi di sigaretta o fazzoletti usati. Li ho sentiti parlare in televisione, intervistati dai giornalisti che non aspettavano altro che coglierli in castagna, fregarli, beccarli. È stato fin … Continua a leggere Manifestano per l’ambiente ma bevono dalle bottiglie di plastica. E quindi?

La mia vita prima dello zero waste: mi manca, eppure…

Mentirei se vi dicessi che, ancora oggi, sono tentata alle volte di acquistare quei balsami implasticati super profumati, per niente ecologici, per niente naturali, pieni di petrolati e siliconi e parabeni, e chi più ne ha più ne metta. Perché, inutile girarci intorno: profumano di più e profumano meglio. E mentirei se vi dicessi che … Continua a leggere La mia vita prima dello zero waste: mi manca, eppure…

Perché sei tornata in Italia?

Perché sono cazzi miei. Questa, per me, è l'unica risposta plausibile (chi ha letto il mio ultimo post “Elogio alle parolacce”, sa già che, a tratti, sento la necessità di tirare fuori la principessa che è in me). Ma poiché occorre essere pazienti, sensibili, empatici, coccolosi e così via, allora mi fermo, sorrido, prendo fiato … Continua a leggere Perché sei tornata in Italia?

La parità dei sessi e il mio elogio alle parolacce

Faccio fatica anche a definirmi “ecologista”, alle volte. Ho deciso di adeguarmi a questo termine come ci si abitua a tutte quelle parole che entrano a far parte della nostra quotidianità. Ma non mi sento una vera ecologista. Né una femminista. O meglio, non credo che questi termini mi rappresentino. Non apprezzo gli -ismi. Di … Continua a leggere La parità dei sessi e il mio elogio alle parolacce

Viva le creatività! Prima parte

Non ho mai amato le Barbie. A pensarci ora fa ridere, ma il motivo era proprio la plastica: non mi convinceva. Non sono molto ferrata sulla moda sostenibile, un tema che sto approfondendo molto gradualmente, proprio perché delicato, ma sono una convinta sostenitrice del fatto a mano. Da sempre. Che si tratti di vestiti, accessori, … Continua a leggere Viva le creatività! Prima parte